Bjorn Taranger: 264,52 km in 24 ore… sul tapis roulant!

Bjorn Tore Taranger è un tipo stravagante, corpo ricoperto di tatuaggi, suona la batteria in una band punk e corre.
Corre molto. La sua città Bergen non offre molti svaghi, soprattutto nel periodo autunnale e invernale quando le ore di buio sono molto maggiori di quelle di luce, troppo buio e freddo anche per correre all’aperto, allora Bjorn ripiega sul tapis roulant.

L’11 ottobre scorso Bjorn si è fatto prendere un po’ la mano dall’esercizio fisico e ha corso per ben 24 ore consecutive sul tapis roulant.

Naturalmente il fatto non era casuale, ma ben pianificato. Bjorn voleva cercare di migliorare il record del mondo di km percorsi su un tapis roulant, record che apparteneva all’italiano Luca Turrini con 261,18 km.

La preparazione per un’attività simile non discosta molto dalla preparazione di ultramaratona, due sessioni di allenamento giornaliero, cura dell’alimentazione sia pre gara sia in gara con diversi “ristori” per non rimanere senza energia.

Oltre al desiderio di migliorare il record Bjorn aveva uno scopo benefico da raggiungere, raccogliere fondi per il reparto pediatrico dell’ospedale universitario Huakeland di Bergen.

Correre in un luogo chiuso per 24 ore mette alla www anche lo stato mentale dell’atleta, l’aspetto psicologico non è meno importante dell’allenamento fisico. Per aiutare e incitare Bjorn a raggiungere l’obiettivo solidale sono intervenute diverse personalità norvegesi, soprattutto del settore musicale, correndo e dandosi il cambio su un tapis roulant posto accanto al suo.

Alle 9,43 del 12 ottobre il norvegese ha centrato l’obiettivo con 264,52 km, mantenendo la velocità del tapis roulant a 6.9mph e tenendo il ritmo per tutta la durata della corsa.
Grande soddisfazione per Bjorn Taranger che ha definito la www “le migliori 24 ore della mia vita“.
Soddisfazione anche per i bimbi dell’ospedale, per loro sono stati raccolti oltre 10.000 euro.

Share This Post On