LA GOGNA: Incredibili riprese dall’elicottero alla ricerca di runner “fuorilegge” … Inseguimenti da Film americani … stiamo proprio toccando il fondo

Che l’informazione in parte, in buona parte, sia diventata come dire “consumistica” ce ne siamo accorti ancora prima.
Sicuramente il digitale ha accellerato il processo.
Si cerca di dare una notizia più in fretta possibile, deve fare scalpore al costo di mettere un titolo che dice una cosa che poi viene contraddetta nel testo, ed è lo stesso se non è verificata.
È lo stesso se la maggior parte della gente leggerà solo il titolo e per la stesse persone questa sarà una certezza.
L’importante è essere i primi e per esserlo bisogna esagerare.
Con l’epidemia in corso e la maggior parte degli italiani a casa non ci sono più rapine, saccheggi, incidenti con le auto o moto a fare  audiance.
In un periodo come questo sarebbe più opportuno dare certezze alla gente, parlargli di prospettive.
Proposte da attuare subito o a breve e cercare di rendere piacevole la vita.
Indicare soprattutto cosa si può o si deve fare, riportare semplificazioni a leggi e chiarimenti di argomenti di attualità.

Sono proprio poche le notizie ora e con i giornalisti ormai che non sanno più di cosa parlare se non di bonus, numeri di morti, anche la televisione se la prende con i runner, con chi cammina, con la madre che porta il bambinetto a fare una passeggiatina.

Ma ora si raggiunge proprio l’apice del trash giornalistico.

Il giorno di Pasquetta i programmi come “Pomeriggio 5” di Barbara D’Urso su Canale5 e  ad “Agorà” su Rai3, hanno dato il peggio fi loro come si legge nell’articolo di ilriformista.it che riportiamo  qui di seguito.

Tutti due, hanno mandato in onda servizi tipo la caccia alle streghe, ovvero le persone che non rispettano le misure restrittive imposte dal governo.
Come in un film americano, una inviata su un elicottero della Guardia di Finanza, che si è prestata a rendere un servizio da gogna mediatica sull’inseguimento di una persona colpevole di passeggiare da sola sulla spiaggia.

Su Rai3 ieri mattina, è stato invece ripreso l’inseguimento di un cittadino che stava correndo da solo in un parco.

“Barbara D’Urso che dà la caccia ai runner in diretta televisiva insieme ai droni della Finanza: ma a noi, evidentemente, piace toccare il fondo. E scavare”, ha commentato lo scrittore Sandro Dazieri. Ma una riflessione va fatta anche sull’uso della tv pubblica e delle forze di sicurezza pubblica, come la Guardia di Finanza, entrambe pagate con i soldi dei contribuenti italiani, che si prestano a realizzare uno dei momenti più bassi non solo della televisione, ma dello stato di diritto.

Fonte: https://www.ilriformista.it/il-truman-show-del-coronavirus-la-gogna-mediatica-della-tv-a-caccia-di-pedoni-81005/

Siamo in ginocchio come economia, scrivete ai nostri politici chiedendo di come pensano di farci uscire da questo incubo, intervistateli. Costringeteli a lavorare

Share This Post On