La vicenda della FONTANA DEI CICLISTI/RUNNER ALLACCIATA AL TOMBINO CIECO finisce sui giornali

Giovedi 13 Giugno 2019: Trento (TN) – È finita sul giornale, la vicenda della Fontanella al 3° km sulla ciclabile che collega Trento con Lavis 😮

Dopo alcune segnalazioni (2018) da parte dei runner che quotidianamente percorrono la ciclabile per allenarsi, la Provincia aveva deciso e si era fatta carico dell’installazione al km. 24, della medesima ciclabile, di una fontanella.

Gli appassionati runner e ciclisti che ogni giorno percorrono la ciclabile fra Lavis e Trento, aspettavano da molti mesi quindi che questa “benedetta fontanela” sgorgasse l’acqua per potersi dissetare, che grazie alla posizione, più o meno la media misura fra Lavis e Trento, poteva dare da bere agli assetati 🤩 … ma purtroppo nonostante la fontanella e relativo tombino fossero piazzati già da tempo (25 ottobre 2018)  di acqua non ne sgorgava.

Mesi e mesi per aspettare, promesse che avrebbero attaccato il tubo nel più breve tempo possibile, poi addirittura risposte che davano per fatto il lavoro, ed alla fine, alcuni appassionati runner che vedevano pian piano sprofondare le loro aspettative, hanno deciso di seguire il tubo e cercare il fatidico allacciamento alla pubblica rete dell’acqua potabile, e qui la scoperta che il tubo finisce in un pozzetto , ma ceco.. ovvero senza alcun proseguimento al tubo principale che avrebbe dovuto fornire l’acqua.

Na presa in giro praticamente… per un semplice collegamento , che sarebbe dovuto essere fatto in contemporanea al piazzamento della fontanella ….

I runner, fra cui il noto e mitico Luca Zeni, ns. runner, nonchè consigliere provinciale, spesso sollecitavano l’amministrazione affinchè attivassero questa fontanella, e mai avrebbe pensato che doveva presentare un atto ufficiale per un caso così  🤩 “lo trovo addirittura indecoroso per le istituzioni” dice Lui sul giornale. Quindi si è fatto capifila, per chiarire questa cosa, ha ora persino inviato un’interrogazione alla Provincia.

Qui sotto l’articolo apparso su un noto giornale locale:

 

 

Share This Post On