VERGOGNOSOOOO: da più di una settimana morti solo nelle RSA, si può bere alcolici a volontà, mangiare quello che si vuole e fumare come turchi ma NON fare attività sportiva all’esterno!!!

Da più di una settimana le morti attribuite al Covid, nella nostra Provincia, avvengono solo nelle RSA.
Nonostante ciò a noi Runner non è ancora consentito uscire.
Vi rendete conto che siamo ancora in casa per le scelte dei nostri Governanti e per il menefregismo delle nostre istituzioni sportive?

Quasi tutti gli altri italiani vengono “liberati” e noi invece NIENTEEEEEEEEEEE !!!!!!!!!!!
Neanche con l’ultima ordinanza (la 20^!!!), NOI SPORTIVI TUTTI, non ci hanno degnato di un minimo di considerazione.

LA NOSTRA PROPOSTA SEMPLICE DI MEZZORA A FASCE ORARIE

Se è vero, che la Giunta ascolta solo il Coni come intermediario e non le singole Federazioni, vuol dire che il Coni stà lavorando molto male.
E che la giunta vuole mettere tutti assieme come se sport come l’atletica siano assimilabili, come rischio, a quelli di contatto (ad esempio il Judo).
Neanche un po’ di apertura da parte di Fugatti con la nuova ordinanza per l’intero comparto sportivo Trentino. ( A Bolzano, in Liguria, in Veneto, in Campania invece …)

In una Provincia dove si conta un grande numero di sportivi attivi siamo relegati a casa.
Sinceramente si sperava dopo la promessa della nostra Fidal che un tantino di allentamento nei nostri confronti avvenisse ancora questa settimana.
La Campania si è aggiunta al Veneto e a diverse altre Regioni per porre la propria popolazione a fare quel tantino di attività sportiva all’aperto, senza essere rincorsi da vigili o carabinieri, che in questo periodo, come non mai, stanno dando la caccia con droni, elicotteri ecc.

Siamo veramente soli.
Non si rendono conto che per noi una settimana è tantissimo?
Ci saremmo aspettati un apertura nei nostri confronti. Un po’ di ossigeno, ed invece No.
Sembra che per i nostri governanti noi trentini siamo inaffidabili e da tenere rinchiusi.

NOI SIAMO SINCERI, SPERAVAMO DOPO LE PAROLE DEL NS. PRESIDENTE FIDAL CHE QUALCOSINA , QUALCOSINA, CAMBIASSE NEI NOSTRI CONFRONTI SUBITO E NON SOLO DAL 4 MAGGIO COME ERA RISAPUTO CHE QUALCOSA CAMBIAVA. LO SPERAVAMO DA SUBITO , DA QUESTA SETTIMANA E PER QUELLO CI SIAMO MOSSI CON LA NOSTRA PROPOSTA CHE ALLETTAVA GRAN PARTE DEGLI ITALIANI DELL’ATLETICA.

Pensano alla riapertura delle Pizzerie, Bar, tabacchini.
Un lettore del Corritrentino su facebook, scrive :

Scusate, ma credo di aver capito male le parole del nostro esimio Presidente…mi pare ha detto che da lunedì posso andare a prendere pizza e gelato direttamente dal venditore (=obesità, già tanti mangiano particolarmente male in questo periodo), posso andare al bar a prendere una bottiglia (e non credo intenda aranciata) = alcolismo, già piaga sociale in Trentino. Dei tabacchini neanche parlo (unici esercizi aperti oggi) Quindi riassumendo, posso rovinarmi la salute mangiando male, ubriacarmi e drogarmi con le sigarette, ma però del correre almeno nelle vicinanze di casa non si può. O meglio neanche nominato, ignorato per l’ennesima volta. Non c’è l’ho con gli esercenti, io mangio pizza, gelato e una birretta me la faccio ed anzi plaudo a chi si è impegnato nel continuare a lavorare facendo consegne a domicilio. Solo non capisco perché la nuova ordinanza concede qualche libertà in più per questi beni sicuramente di prima necessità mentre noi siamo ennesimamente, platealmente, spudoratamente, con grande ignoranza e arroganza non considerati. Ora temo sinceramente per il 4/5…..siamo sicuri che le direttive nazionali saranno seguite? Qualche dubbio ce l’ho….

Si potranno bere alcolici a volontà, mangiare quello che si vuole e fumare come turchi ma NON fare attività sportiva all’esterno.
Magari saranno capaci di estendere il divieto anche dopo il 4 maggio.

Sembra facciano apposta a non ascoltarci, noi avevamo la proposta, assolutamente inoffensiva nei confronti della gente non runner, fascie orarie ecc.
NIENTEEEE manco considerati nelle proposte della nostra Federazione e soprattutto il Coni Trentino. 

La corsa , regina degli sport, che la trovi in tutte le discipline, NIENTE. Potevano praticarla come attività propedeutica i tutti sportivi Trentini, dal Tennista allo Sciatore, dal Tamburello al Ciclismo per intanto … invece NIENTE.. MANCO DI NIENTE.. VERGOGNOSO. 

I politici devono difendersi a vicenda.
Tutti erano d’accordo per i tagli alla sanità.
E tutti in qualche modo sono colpevoli di questa gestione scellerata.
In Germania se avevi dei sintomi venivano subito a casa tua gli operatori sanitari e operavano dipendentemente dalla situazione.
In Italia ti mettevano in quarantena. È come per gli incendi.
In Germania spegnevano subito i focolai, qui lasciavano che diventassero incendi. 
Purtroppo l’informazione ha aiutato a criminalizzare la popolazione facendo sì che le colpe cadessero sulla stessa.

ORDINANZA DEL 25 APRILE 2020 PAT

PS (di Martina Chiarani)
ATTENZIONE, POTETE SMETTERE DI INSULTARE I PASSANTI DALLA FINESTRA!, o almeno, così fanno pensare i dati dell’Istituto Superiore di Sanità: “Su circa 4500 casi notificati tra l’1 e il 23 aprile, Il 44,1% delle infezioni si è verificato in una Rsa, il 24,7% in ambito familiare, il 10,8% in ospedale o ambulatorio e il 4,2% sul luogo di lavoro”. Per strada, nessuno. Risulta inutile anche respirarsi anidride carbonica camminando – o peggio correndo – con la mascherina in faccia. Che oltretutto, che ha detto Montanari, è come “un cancello contro le zanzare”

 

 

Share This Post On