OLIMPIADI 2024: A Parigi 4 nuove discipline e niente marcia e cross.

Giochi della XXXIII Olimpiade 2024 a Parigi.

Inizio: venerdì 26 luglio
Fine: domenica 11 agosto

A decidere quali sport sono presenti alle Olimpiadi è il Comitato Olimpico Internazionale (CIO), l’organizzazione no profit che organizza i Giochi e quali saranno i nuovi sport alle Olimpiadi che ogni 4 anni si organizzano.

Per ogni edizione delle Olimpiadi molte organizzazioni sportive si impegnano per fare entrare ai Giochi i loro sport, ma la procedura per fare introdurre uno sport è lunga, costosa e difficile, e molti sport sono stati rifiutati molte volte. Solo cinque sport hanno fatto parte delle Olimpiadi moderne fin dalla prima edizione, nel 1896: l’atletica, il ciclismo, la scherma, la ginnastica e il nuoto.

Quanti sport possono esserci alle Olimpiadi

Nel 2002, per non aumentare eccessivamente il numero di eventi da organizzare alle Olimpiadi, si decise che solo 28 federazioni sportive internazionali possono partecipare ai Giochi: i 39 sport delle Olimpiadi di Rio rientrano tutti in una di esse (ad esempio, nuoto, pallanuoto, tuffi e nuoto sincronizzato fanno parte di un’unica federazione, quella degli sport acquatici). Fu anche stabilito che una federazione potesse aggiungersi solo nel caso in cui una fosse stata esclusa: per decidere in favore di una nuova federazione a scapito di un’altra erano necessari i due terzi dei voti del Consiglio Esecutivo del CIO. Con questo sistema nel 2005 si votò per eliminare il baseball e il softball (il primo era uno sport solo maschile, il secondo solo femminile) dalle Olimpiadi del 2012: il loro posto è stato preso dal golf e dal rugby a 7, ammessi già nel 2009.

Ora per Parigi 2024, tra le linee guida generali, il CIO ha annunciato una riduzione del numero degli atleti a Parigi 2024, fino a un totale di 10.500 (circa 600 in meno di Tokyo), una diminuzione del numero degli eventi da medaglia (da 339 a 329), l’aumento degli eventi misti uomo-donna (dai 18 di Tokyo ai 22 di Parigi) e la presenza di quattro sport addizionali: arrampicata, skateboard, surf e breakdance.

La World Athletics ha dichiarato che sta considerando di battersi soltanto per far riammettere la marcia per il nuovo evento da aggiungere al programma di Parigi 2024.

Invece lascerà stare il Cross, che inizialmente aveva proposto e da tempo auspicato: “È una specialità emozionante e in rapida crescita in tutto il mondo – si legge in una nota del massimo organo mondiale dell’atletica – e siamo profondamente dispiaciuti che non sarà alle Olimpiadi di Parigi, a maggior ragione vista l’eredità dei Giochi di Parigi 1924 (che ospitarono il cross per l’ultima volta, ndr).

In ogni caso abbiamo sviluppato un prodotto ‘staffetta mista’ che riteniamo veramente entusiasmante e ci incoraggia l’impegno del CIO di voler continuare a lavorare con noi per realizzare la nostra visione in una futura Olimpiade”.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Email this to someone
email
Share This Post On